L'informazione che sfonda.

“Operazione Radio, il taccuino del giovane speaker”: il nuovo libro di Carola Tangari

Condividi su:

Vuoi diventare lo speaker più talentuoso della radio che ascolti da quando eri bambino? Hai un mare di idee su cosa dire e cosa fare, ma hai bisogno di organizzarle meglio? Sei alle prese con qualche problemino di dizione e la tua voce non ti soddisfa appieno? Questo è il libro-taccuino che fa per te. Operazione Radio è un piccolo e divertente manuale per chi è alle prime armi con il mondo delle radio e desidera conoscere in fretta tutte le basi e i trucchi più importanti del mestiere. Dal moodboard al clock radiofonico, dal canovaccio all’uso del microfono, l’agente speciale chiamato in missione potrà sbizzarrirsi a trovare le soluzioni più adatte per rendere la sua trasmissione imbattibile. Un libro su cui scrivere, colorare, ritagliare, da portare sempre con sé per avere la giusta carica. Perché ogni giornata in radio richiede molta fantasia e tante energie…

Carola Tangari è giornalista, autrice e conduttrice radiotelevisiva. Insegna nelle scuole radio, po- dcast e scrittura creativa. Scrive libri per bambini e ragazzi.
Ha pubblicato, per i più piccoli, Cappuccetto Rosso e il Lupo Grigio, per i più grandi Storie di Brutto Mondo vincitore del premio ilmioesordio 2018.

 

Carola Tangari sulla nascita del libro: “Avevo da poco terminato un’esperienza molto bella con una scuola di Roma: durante il primo lockdown mi era stato chiesto di creare una radio che potesse offrire ai ragazzi, costretti in casa dalle chiusure, un punto di incontro con i compagni e con i docenti, al di fuori del contesto formale della didattica a distanza.

In pochissimo tempo organizzammo una web radio a conduzione multipla ‘dislocata’, con dirette giornaliere audiovideo, durante le quali, ciascuno dalla propria abitazione, alunni e professori si alternavano al microfono per raccontare, suggerire, proporre esperienze condivise.

È stato emozionante ed avvincente vedere i ragazzi utilizzare la radio come se fosse la loro ‘casa’: scambiarsi messaggi, inviare dediche, suonare canzoni per i propri compagni, leggere i propri componimenti…

Giorno dopo giorno, quell’appuntamento fisso, sempre alla stessa ora, ci forniva un appiglio, impedendoci di fluttuare e perderci in quel tempo sospeso non più scandito dai mille impegni quotidiani. E, intanto, le distanze si accorciavano: i Professori, diventavano ‘Prof’ e ognuno si sentiva libero di esprimersi senza la paura di poter essere giudicato. Ragazzi, insegnanti, preside e conduttori, eravamo tutti – come si dice – sulla stessa barca; che, nel nostro caso, si era trasformata in una personalissima scialuppa di salvataggio.

Al termine della stagione gli allievi erano diventati Conduttori, quasi senza rendersene conto.

Ci siamo ripromessi che, appena possibile, avremmo portato l’esperienza ad un nuovo livello, con i ragazzi ufficialmente al timone.

È allora che è nata l’idea di Operazione Radio: una sfida, come lo è stata la nostra, un corso ‘veloce’, una specie di compendio, con i ‘fondamentali’ per tirare fuori la creatività, ordinare le idee e andare dritti al microfono. Mi piaceva l’idea di un libro che potesse parlare ai ragazzi (di tutte le età…) e che avesse lo stesso linguaggio della radio: diretto, a tratti irriverente e (spero) mai noioso”.

Condividi su:

Valuta questo articolo:
5/5

i più recenti

Articoli correlati